Pubblicato in 2021, Le notizie del portale a buon diritto il 19 May, 2021

Gli impatti sociali e ambientali del Trattato Eu-Mercosur

Gli impatti sociali e ambientali del Trattato Eu-Mercosur | A Buon Diritto Onlus

Il 20 maggio 2021 i Ministri del commercio si incontreranno a Bruxelles per discutere lo stato di avanzamento dell'accordo UE-Mercosur, il trattato commerciale più discusso di sempre che l'Europa sta provando a chiudere con Brasile, Argentina, Uruguay e Paraguay.

Il trattato UE-Mercosur prevede l'aumento delle importazioni europee di carne, soia e biocarburanti dai paesi del Sudamerica, prodotti legati alla deforestazione dell’Amazzonia che oltre ad aggravare la crisi climatica in atto creerebbero gravi problemi all’agricoltura italiana ed europea.

Nel trattato non sono previste sanzioni per chi commercia prodotti derivati dalla distruzione ambientale e dalle violazioni dei diritti umani. Con questo accordo il nostro paese e l'Europa diventerebbero complici di una tragica riduzione della biodiversità e dei crimini contro i popoli indigeni e le comunità locali, che già oggi pagano un prezzo altissimo per la loro opposizione alla deforestazione e all'esproprio delle terre.

Non possiamo permettere che un accordo commerciale di questo tipo, frutto di un modello economico che ci sta portando sull’orlo del baratro, venga ratificato.

Per questo giovedì 20 maggio alle ore 16 parteciperemo insieme a tantissime organizzazioni, esperti e parlamentari all'assemblea generale online contro il trattato Ue-Mercosur e ribadiremo le ragioni del NO a questo trattato tossico.


Introduce e modera Monica Di Sisto, coalizione italiana No Eu-Mercosur/Fairwatch

Intervengono: Joao Pedro Stedile - Movimento Sem terra, Brasile, Jeronim Capaldo, Unctad/Boston University, Giuseppe Cioffo, Cidse, Juergen Knirsch, Greenpeace.

Gli europarlamentari:  Tiziana Begin, M5S; Brando Benifei S&D, Ignazio Corrao, Greens-Efa; Eleonora Evi, Greens-Efa; Pierfrancesco Majorino S&D.

Le associazioni: Dino Barbarossa, Raffaella Canini (dal Brasile), Associazione Papa Giovanni XXIII., Susanna Camusso, Cgil dipartimento internazionale/ Fernando Gambera, Coordinadora Centrales sindacales Cono Sur; Luciano Di Fant, Economia popolare Eco-Solidale, Emilia Accomando Stop TTIP Udine, Emanuele Genovese, Fridays for Future, Elena Mazzoni, Transform! Italia, Alessandro Mostaccio, Movimento Consumatori, Francesco Panié, Terra!, Italo Rizzi, LVIA, Camilla Siliotti, A Buon Diritto, Silvia Stilli, Arcs, Andrea Stocchiero, Focsiv; Franco Uda, Arci, Paolo Venezia/Valentina Bianco Slow Food.