Home a buon diritto

La fatica del reinserimento

Vergognosa e inutile architettura

Pablo

Gli edifici carcerari vengono sapientemente costruiti in modo che l'occhio del viaggiatore passi oltre senza prestare attenzione. Gli alti muri anonimi che li recingono servono soprattutto a nascondere la vergogna che c'è dentro: sezioni, corridoi, uffici e celle, tanti piccoli loculi di pochi metri quadri che contengono troppi esseri umani, i reietti della società, tra loro anche chi è in attesa di giudizio. Sono giovanissimi e meno giovani, alcuni alla loro prima esperienza detentiva e quindi spaventati.

Leggi tutto: Vergognosa e inutile architettura

Ritrovare il coraggio

Federico Abati

Mi chiamo Federico, sono uscito dal carcere il 20 luglio 2012, dopo cinque anni e mezzo; alle quattro del pomeriggio mi hanno fatto preparare i vestiti e salutare i compagni, poi altre due ore e fuori dall'ultimo cancello, il più grande.

Leggi tutto: Ritrovare il coraggio

Citrino visual&design Studio  fecit in a.d. MMXIV