Home a buon diritto

Pubblicazioni

La pena del suicidio. La normalizzazione della sofferenza

la pena del suicidioLa pena del suicidio. La normalizzazione della sofferenza nelle pratiche penitenziarie.

di Giovanni Torrente e Michele Miravalle


Discutere di suicidi, come noto, costituisce un tabù. In Italia, in particolare, il dibattito attorno al principio dell'autodeterminazione dell'individuo in materia di fine vita pare fortemente condizionato da opposte concezioni ideologiche che si traducono in posizioni identitarie da parte delle forze politiche in campo che, sino ad oggi, hanno, non solo impedito un intervento del legislatore in materia, ma di fatto contribuito a marginalizzare il dibattito sul tema.

In presenza di tali condizioni socio-politiche, è pressoché assente, da parte degli operatori del settore e della comunità scientifica, una valutazione costante della dimensione quantitativa e del significato del fenomeno nella sua veste ordinaria, quotidiana. Al riguardo, occorre segnalare come, per lungo tempo, il dibattito sulle strategie di intervento nei confronti dei fenomeni autolesivi sia stato relegato all'interno di un sapere medicoclinico, che ha prodotto una medicalizzazione di un tema che invece merita di essere analizzato attraverso una prospettiva pluralista. D'altronde, già gli studi pioneristici condotti da Emile Durkheim1 (1969) dimostrarono l'erroneità di un approccio esclusivamente individualistico. Il suicidio, come ampiamente dimostrato dalla letteratura contemporanea, è un fatto sociale, che coinvolge l'uomo e il suo ambiente di appartenenza. Di conseguenza, ogni analisi sul fenomeno, secondo la prospettiva qui suggerita, deve considerare l'individuo all'interno del quadro strutturale in cui egli si colloca

(...)

In Italia, il carcere è un luogo dove il rischio che si verifichi un suicidio è tra le 9 e le 21 volte superiore rispetto all’esterno.

Download
File name Rapporto_ricerca_suicidi.pdf File Size 1.31 Megabytes File Type pdf (application/pdf) Created Date Thursday, 12 October 2017 Owner Gaia Romeo Modified Date Thursday, 12 October 2017

Citrino visual&design Studio  fecit in a.d. MMXIV