Home a buon diritto

In Italia, l’ordinamento penitenziario è regolato dalla legge 26 luglio 1975 n. 354,” Norme sull'ordinamento penitenziario e sulla esecuzione delle misure privative e limitative della libertà“ e successive modifiche.

In Italia i detenuti sottoposti a regimi speciali sono quasi 10.000, tra 41 bis, alta sorveglianza e sorveglianza particolare.

 

Il regime di sorveglianza particolare

Il regime di sorveglianza particolare

Il regime di sorveglianza particolare prevede restrizioni al trattamento e ai diritti dei detenuti ritenuti pericolosi per la sicurezza penitenziaria. Può essere applicato anche a detenuti che abbiano scontato lunghi periodi in regime di 41 bis.

Il regime di sorveglianza particolare è disciplinato

Continua a leggere

Il regime di alta sicurezza

Il regime di alta sicurezza non è disciplinato né dall’ordinamento né dal regolamento penitenziario, ma dalle circolari del Dap (Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria) e c'è un'ampia discrezionalità dell’amministrazione penitenziaria nella gestione delle sezioni di alta sicurezza.

Tale

Continua a leggere

Il regime del 41 bis

Il regime del 41 bis

L’articolo 41-bis “ Situazioni di emergenza” dell’Ordinamento Penitenziario prevede e descrive le modalità  del regime cosiddetto di carcere duro .  

E’ stata la legge Gozzini (L 663/1986) a introdurre nell’ordinamento l’articolo, con il suo primo comma:  ovvero quello relativo alla

Continua a leggere

L'ergastolo ostativo

La pena dell’ergastolo, in Italia, è  prevista  e disciplinata dal Codice Penale, agli articoli 17 e 22. Chi vi è condannato può, nelle modalità previste, avere accesso a una serie di benefici, come il regime di semilibertà e la libertà condizionale, e godere di determinati tipi di

Continua a leggere

Citrino visual&design Studio  fecit in a.d. MMXIV