Home a buon diritto

Notizie

Terraingiusta. V rapporto sulle condizioni di vita e di lavoro dei braccianti stranieri nella Piana di Gioia Tauro

Per il sesto anno consecutivo un team di MEDU - Medici per i Diritti Umani è tornato a prestare prima assistenza medica, orientamento socio-sanitario e supporto legale ai lavoratori agricoli stranieri che si trovano nella Piana di Gioia Tauro per la raccolta degli agrumi. Grave sfruttamento lavorativo, marginalità sociale e abitativa, condizioni di vita estremamente precarie restano una tragica realtà per gli oltre 2000 migranti che anche quest’anno hanno raggiunto la Piana in cerca di un’occupazione. A ciò si sono aggiunti i ripetuti sgomberi, i tragici incendi che hanno portato alla morte, solo nei primi mesi dell’anno, di 3 giovani migranti e i primi effetti del cosiddetto Decreto sicurezza e immigrazione.

Medu ha realizzato quest’anno – oltre alle attività di cura e orientamento rivolte a tutti i migranti – un progetto pilota che ha previsto attività di formazione e inserimento lavorativo per un ristretto numero di beneficiari in un ambito specializzato dell’attività agricola, nell’ottica di sperimentare un modello di inclusione socio-lavorativa alternativo all’economia dei ghetti e dello sfruttamento. Da alcuni mesi, anche A Buon Diritto ha aderito a questo progetto svolgendo orientamento e assistenza legale nella piana.

Il 15 maggio nella Sala Consiliare di San Ferdinando, in una conferenza stampa, sono stati presentati i dati sulle condizioni di vita, di lavoro e di salute raccolti dal team della clinica mobile da febbraio ad aprile 2019. Oltre ai team di Medu e A Buon Diritto sono stati invitati ad intervenire alla conferenza stampa, per approfondire le specifiche problematiche e discutere le possibili soluzioni, il sindaco del Comune di San Ferdinando, il Prefetto di Reggio Calabria, la Segretaria Generale della Cgil di Gioia Tauro, l’Assessore al lavoro e welfare della Regione Calabria e un Rappresentante del Comitato per il riutilizzo e il recupero delle case vuote nella Piana di Gioia Tauro.

Qui il V Rapporto sulle condizioni di vita e di lavoro dei braccianti stranieri nella Piana di Gioia Tauro.

Pubblicato: Domenica, 19 Maggio 2019 23:58

Citrino visual&design Studio  fecit in a.d. MMXIV