Home a buon diritto

Immigrazione

Continua il sit-in della rete #Restiamoumani

naufragidistatoCONTINUA SIT-IN RETE #RESTIAMOUMANI, «DAL MINISTERO DEI TRASPORTI RISPOSTE VAGHE, ELUSIVE E FUORI TEMA. IL MINISTRO TONINELLI SI NEGA AL CONFRONTO. LA PROTESTA VA AVANTI»

ROMA, 11.07.18 – Dopo ore di protesta nonviolenta, con più di 50 attivisti incatenati all’ingresso del Ministero dei Trasporti - in segno di dissenso nei confronti delle politiche migratorie di governo italiano e Ue - una delegazione della rete #RestiamoUmani è stata ricevuta dal capo ufficio stampa del ministro Toninelli, dal momento che il titolare del dicastero non si è reso disponibile all’incontro, negando addirittura un colloquio telefonico.

«L’incontro appena terminato è stato più che deludente, le risposte che abbiamo ricevuto sono state vaghe ed elusive», dichiarano le attiviste e gli attivisti. «Dimostrano una scarsa consapevolezza della tragedia in corso nel Mediterraneo. La protesta pacifica e nonviolenta va dunque avanti», concludono.

Gli attivisti vestono giubbotti di salvataggio e salvagenti, e hanno inoltre aperto uno striscione con scritto “Naufragi di Stato”.

CONTATTI:

3487630682 - 3420399890

Pubblicato: Mercoledì, 11 Luglio 2018 14:56

Citrino visual&design Studio  fecit in a.d. MMXIV